Proprietà e benefici dei frutti esotici

Proprietà e benefici dei frutti esotici

La frutta fa bene, lo sappiamo, non fanno che ripetercelo, tuttavia, ciò che non sempre sappiamo, o comunque riconosciamo, è che, oltre ai frutti più tradizionali, come mele, pere, arance e via dicendo, anche e soprattutto i frutti esotici offrono proprietà e benefici non indifferenti.

Da un po’ di anni a questa parte, in effetti, è sempre più facile ritrovare al mercato anche i frutti esotici, accanto a quelli più tipici della nostra tradizione, e la risposta, in effetti, è molto semplice. Va riscontrata, appunto, nei vantaggi che questi offrono.

Ma quali sono? Quali sono le proprietà e i benefici dei frutti esotici?

BANANE

Partiamo dai frutti esotici a cui siamo più abituati. Le banane. Talmente riconosciute, talmente comuni, che difficilmente si percepisce più la loro condizione “straniera”. Le banane in effetti furono introdotte in Europa diverso tempo fa, quelle che mangiamo provengono da America Centrale, Africa e Asia.

I benefici delle banane sono molteplici. Tanto per cominciare, le banane, grazie alle loro proprietà alcalinizzanti, fanno da antiacido naturale, poi sono ottime contro l’ipertensione, alleviano ansia e irritabilità, riducono lo stress; riducono i crampi muscolari e il colesterolo, sono ottimi integratori quando si smette di fumare, e riducono il senso di nausea mattutino. Insomma, un bel po’ di proprietà benefiche.

MANGO

Il mango è tra i frutti esotici che ancora si stanno ambientando per bene qui da noi, perciò sebbene abbia incominciato a essere piuttosto familiare, ancora oggi viene percepito come frutto esotico. In effetti, il mango proviene dall’India, somiglia un po’ al melone, ma con la differenza che è più allungato.

I benefici del mango riguardano, innanzitutto, le vitamine. Solo nel mango infatti è presente il 40% della vitamina A, e il 15% della vitamina C di cui il nostro organismo necessita per funzionare al meglio, inoltre il mango contiene calcio. Senza contare poi le proprietà antibiotiche, diuretiche e lassative.

AVOCADO

L’avocado, originario dell’America Centrale, è presente anche in Spagna, ma qui da noi non viene prodotto. Anche qui, i primi benefici di questo frutto esotico riguardano prima di tutto le vitamine: l’avocado è ricco di vitamina A e B1, inoltre contiene vitamine del gruppo D, E, K, H, PP. Per questo è perfetto per la merenda dei bambini, oltre che per chi segue una dieta vegetariana.

PAPAIA

Anche qui ci troviamo davanti a un frutto proveniente dall’America Latina, nello specifico, Brasile e Costarica. Si tratta di un frutto molto simile alla nostra pera, ma con la polpa rossa del melone. La papaia contiene tra le 40 e le 100 calorie, ed è ricca di vitamina A e vitamina C. La papaia viene spesso considerata inoltre come antibiotico e vermifugo, ma viene più spesso utilizzata per facilitare la digestione.

ANANAS

Altro frutto esotico che abbiamo imparato a conoscere molto bene, è l’ananas. Le proprietà benefiche dell’ananas riguardano, fondamentalmente, un enzima, la bromelina, la quale serve ad agevolare la digestione delle proteine, difatti viene consigliato come frutto di fine pasto. Attenzione, però, la bromelina è contenuta solo nell’ananas intero, non in quello in scatola, poiché viene distrutta dal calore.